Contenuto Principale
Battuto il Pomezia 2-0. La Casertana cala il poker e rimane ancorata al sogno promozione PDF Stampa E-mail
Scritto da Antonio Luisè   
Domenica 26 Febbraio 2023 17:58
CASERTA - Missione compiuta. Serviva la vittoria, servivano i tre punti e così è stato. La Casertana batte il Pomezia, porta a quattro le sue vittorie conseutive e rimane ancorata al terzo posto sognando ancora il clamoroso aggancio alla vetta distate sette punti. Mancano nove tappe alla fine del campionato ed il recente cammino delle due battistrada autorizza a timide, ma concrete speranze di raggiungere la terza serie.

Certo, il meno sette impone un cammino quasi netto ai falchetti e rallentamenti concreti da parte di Sorrento e Paganese. Dovesse così essere, decisivi diverrebbero gli scontri diretti. Staremo a vedere.

Intanto in un Pinto tutt'altro che pieno, la Casertana batte il Pomezia rispettando in pieno il pronostico che la vedeva favorita. 

I rossoblù hanno dominato sin da subito al sfida. Una partenza sprint ha messo alle corde i laziali che affidano ai lanci lunghi pe rle punte le loro uniche speranze offensive. Fioccano le occasioni da rete per la Casertana, ma la gara si sblocca solo al minuto 28. Cross daòòa destra di galletta, arriva Tringali e palla in rete. Il Pomezia a questo punto è costretto ad aprirsi prestando il finaco ai rivali. Arrivano nuove occasioni e con esse il raddoppio. Il minuto è il quarantesimo, Bollino serve un pallone per Cassoli che in corsa ed in posizione defilata lascia partire un potente tiro che termina la sua corsa sotto la traversa. 

Il Pomezia prova a regaire, ma di pericoli reali la Casertana non li corre. Anzi sfiora rieptutamente il tris. Finisce 2-0. la corsa continua.


CASERTANA – POMEZIA          2-0

CASERTANA: Prisco, Galletta, Soprano, Sabatino, Sena, Tringali (90’ Atteo), Manzo, Casoli, Bollino (62’ Taurino), Ferrari, Turchetta (80’ Liurni).  A disp. Romano, Matese, Cugnata, Del Prete, Rainone, Guida. All. Vincenzo Cangelosi

POMEZIA: Marcucci, Mezzina (46’ Sossai), Cardinali, Di Nezza, Barbarossa (72’ Pizzuto), Rocchi, Carta, Gagliardini (72’ Nanni), Rosania (46’ Lahrach), Teti, Ruci (46’ Cabellud). A disp. D’Adamo, Gasbarra, Giovagnoli, Rizzzitelli,. All. Fabrizio Ferazzoli

ARBITRO: Domenico Petraglione di Termoli (Angelo Mazza e Leonardo Mallimaci di Reggio Calabria)

RETI: 28’ Tringali; 40’ Casoli