Contenuto Principale
Maddaloni, Vespa Club Maddaloni alla Tre Mari impegnato per la riuscita e concorrente con Russo PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Mercoledì 25 Agosto 2021 16:02

MADDALONI (Caserta) – Sul gruppo social denominato “13º giro Vespistico dei 3 Mari” (https://www.facebook.com/groups/1248522355523288 ) è una festa continua vede postate vespe, gruppi di club, post sportivi e passionali di un’arte quella legata i motori e alla due ruote che ha già sofferto troppo per questa pandemia. Pronti, in partenza o giunti d’ogni parte d’Europa sono i concorrenti del 13é Giro Vespistico della Tre Mari che partirà domani 26 agosto 2021 da Maddaloni e si concluderà, sempre nella città delle due Torri, il 29 agosto 2021 con le cerimonie presso la “casa” dello “sport” locale e nazionale, a secondo degli eventi, ovvero la Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” don Salvatore d’Angelo di Maddaloni.

Continue sono le telefonate, i messaggi, i post e le indiscrezioni talune comiche altre particolarmente toccanti che ricevo da Carlo Scalera da giorni oramai, è dire Carlo Scalera vuol dire parlare di tutta la macchina organizzativa del Vespa Club Maddaloni capitanato da Vincenzo D’Angelo, e fino a pochi mesi fa con alla presidenza onoraria “don” Antonio Bernardo simbolo del vespisto, dello sport e del territorio, nato al Cielo. Allo stesso Antonio Bernardo sarà, tra le altre cose, dedicata l’ultima tappa del 13° della Tre Mari, come già riferito e dettagliato nel precedente contributo giornalistico (Maddaloni, 13° Giro Vespistico dei Tre Mari dal 26 al 29, tappa nel Villaggio in ricordo di Bernardo).

Data l’attenzione, la capacità organizzativa, la serietà e professionalità degli uomini di Vincenzo D’Angelo, del team del Vespa Club Maddaloni, e sia la tappa di partenza che quella di arrivo con gestione delle premiazioni all’ombra della Reggia di Caserta, non poteva che essere dedicata tutta l’attenzione all’organizzazione dell’evento.

Infatti, ci sarà solo una partecipazione simbolica, quella di Giuseppe Russo da Marcianise ma iscritto al Vespa Club di Maddaloni che vorrà certamente ripercorrere le gesta di Giacomo Topa sempre da Marcianise, che ricorda la sua partecipazione del 1958. Dello stesso, suo conterraneo e gareggiante per il vespa Club Caserta, si ricorda che si può considerare il vincitore morale e al quale l’allora presidente del Vespa Club d’Italia e d’Europa, Renato Tassinari, volle assegnare una coppa come premio di consolazione. Il nostro concorrente era contrassegnato dal numero 10, Giacomo Topa fu l’unico non penalizzato sul percorso ma che si vide assegnare tre punti di penalità per aver messo malaccortamente il piede sinistro a terra in vista del traguardo, a meno di cinque metri da questo.

Prima di soffermarci nuovamente su Giuseppe Russo mi preme far notare che se sessant’anni e più or sono il Vespa Club Caserta, con la presenza di Luigi Caterino (fondatore e presidente dell’epoca del Vespa Club Caserta nonché proprietario della prima Agenzia Piaggio a Caserta), era punto d’incontro e iscrizione dei vespisti della zona. Oggi, ovvero da qualche anno a questa parte, è il Vespa Club Maddaloni ad attirare a se tanti vespisti, anche da fuori provincia, e per il solo amore per lo sport e il territorio collaborare gratuitamente e senza sosta alla partecipazione e realizzazione di eventi sportivi, culturali e sociali unici nel loro genere.

Tornando all’evento del 13° Giro della Tre Mari, dal 2 al 29 agosto 2021, va sottolineato come il Vespa Club Maddaloni, oltre all’attiva collaborazione e al fattivo supporto prestato per la tappa Campana del 13° Giro Vespistico dei Tre Mari, curando la partenza dalla Reggia di Caserta (26 agosto) e l’arrivo con le relative premiazioni (rispettivamente 28 e 29 agosto) presso la Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” don Salvatore d’Angelo di Maddaloni, sarà rappresentato attivamente nel corso del prestigioso evento sportivo dal socio Giuseppe Russo, unico pilota del club di terra di Calatia a gareggiare, con il numero 107, per il prestigioso titolo in palio a cui ambiscono 240 concorrenti provenienti da tutt’Italia nonché da 7 differenti nazioni.

L’evento, che manca dalle strade del Sud Italia da ben 57 anni, risulta essere tra i più importanti avvenimenti sportivi del panorama Vespa. I piloti in gara dovranno mettere alla prova le proprie capacità fisiche, mentali e di resistenza su lunghi e suggestivi percorsi (oltre 1000 km suddivisi in 5 tappe) con gli arrivi intermedi che potranno verificarsi anche dopo il tramonto.

Si ricorda, infatti, che il 13° Giro Vespistico dei Tre Mari è andato in scena per la prima volta nel lontano 1952 e messo in “standby” nel 1964 (con unico anno di fermo nel 1960 per le concomitanti olimpiadi di Roma). Dopo 57 anni il Vespa Club d’Italia ha deciso di riportare in auge l’importante iniziativa sportiva, nata inizialmente per promuovere la neonata Vespa nel Meridione d’Italia, affidando l’organizzazione a cadenza biennale ai Vespa Club più rappresentativi del Mezzogiorno. Questa edizione vedrà infatti la firma del Vespa Club Raggio Calabria affiancato dall’ottima collaborazione di altri Vespa Club del meraviglioso Sud, tra cui Caserta, Marsala, Cosenza, Gioia del Colle, Maddaloni, Palermo, Termini I., Villa San Giovanni, Amantea, Corigliano Calabro, Barletta, Benevento.

Dal team maddalonese, dalla nostra redazione e dallo scrivente, un enorme “in bocca al lupo” va dunque al nostro rappresentante Giuseppe Russo che sicuramente saprà tenere alti i colori sgargianti del Vespa Club Maddaloni, e dunque della Città di Maddaloni, emulando le storiche imprese del nostro amato Presidente onorario, Antonio Bernardo, scomparso nel giugno 2020, il quale prese parte a due edizioni del Giro dei Tre Mari (la seconda del 1954 e la settima del 1959).

Per seguire l’evento e le diverse novità è sufficiente collegarsi alla pagina social https://www.facebook.com/vincenzo.dangelo.982/ del Vespa Club Maddaloni, oppure al sito web dello stesso http://vespaclubmaddaloni.altervista.org/ oppure al gruppo social https://www.facebook.com/groups/1248522355523288 che riporta quasi in diretta i diversi momenti e presenta la storia e le iniziative dei protagonisti.