Contenuto Principale
Caserta, congresso Pd rinviato alla prossima settimana. Trattative in corso con Stellato e gli ex Ds PDF Stampa E-mail
Sabato 05 Luglio 2008 20:40

CASERTA - Rinviato il congresso del partito Democratico a Caserta, almeno fino alla fine della prossima settimana. Dopo le assemblee della scorsa settimana per l'elezione dei delegati, lo scontro interno al Pd non ha permesso di chiudere - come preventivato - entro questa settimana l'elezione del segretario provinciale.

Lo scontro è forte, perché il nome voluto inizialmente dall'asse de Franciscis insieme con i ds, Enzo Iodice, pare messo in crisi soprattutto dal veto del consigliere regionale Stellato, che si è candidato, ma spinge soprattutto per la Suppa, sostenuto anche dalla ministro ombra del Governo del Pd Pina Picierno. L'asse Suppa Picierno è il più forte nel Casertano anche perché è lo stesso asse che a Roma, tramite Franceschini, ha fatto capire a de Franciscis che serve subito un segretario.

Il coordinatore dunque ha avuto l'incarico di far eleggere un uomo possibilmente capace di garantire tutti e il messaggio romano sicuramente peserà.

Bisogna considerare che l'area Nicolais a Caserta è molto forte e potrebbe con un blitz imporre un suo uomo, come Abbate: sicuramente andrà a trattare visto che a Napoli ha vinto con il suo ministro.

Non bisogna dimenticare che a Napoli De Franciscis sosteneva Cozzolino e perciò è stato battuto in quel congresso e perciò ha più interesse a vincere a Caserta, facendo passare la sua originale impostazione. Ovviamente restano sempre come outsider Ceceri e Pascarella.