Contenuto Principale
Caserta, si dimettono 6 segretari delle commissioni alla Provincia contro de Franciscis: non hanno fondi per funzionare PDF Stampa E-mail
Giovedì 03 Luglio 2008 20:17

CASERTA - Alla Provincia di Caserta si dimettono sei segretari di commissione consiliare su otto. La decisione è arrivata dopo l'approvazione del bilancio di previsione che anche per quest'anno non ha previsto fondi per il funzionamento delle commissioni consiliare dell'amministrazione provinciale di Caserta. Sul banco degli imputati il Presidente della Provincia di Caserta Sandro De Franciscis e il Presidente del Consiglio Provinciale Pasquale De Lucia.

"E' grave - ha dichiarato il capogruppo di An Giorgio Magliocca - rischiamo di bloccare tutte le attività della Provincia per la non curanza e per l'incapacità di questa amministrazione di garantire il minimo funzionamento degli organi indispensabili dell'ente. Presenterò nei prossimi giorni una interrogazione consiliare per far venire alla luce tutte le manchevolezza di un'amministrazione che oramai arranca nella quotidianità".

Solo due i segretari che sono rimasti ai loro posti: Sergio la Vecchia, segretario dell'ottava commissione con delega al controllo sugli atti delle aziende dipendenti della Provincia di Caserta, presieduta dal consigliere Giorgio Magliocca, e Aniello Piscitelli, segretario della sesta commissione con delega all'assetto del territorio, all'ecologia e all'ambiente, presieduta dal consigliere provinciale Roberto Massi.

Si sono, invece, dimessi il segretario della Prima commissione, dottor Massaro Francesco, con delega al Personale, al bilancio e agli affari generali, presieduta dal consigliere provinciale Basco Mario. Quello della seconda, dottor Buonuomo Ennio, con delega ai lavori pubblici, presieduta dal consigliere Russo Luigi.

Il segretario della Quarta, signora Annamaria Mazzamauro, con delega alle attività economiche, agricole e produttive, presieduta dal consigliere Amilcare Nozzolillo. Quello della quinta, dottor Simone Vincenzo, con delega ai servizi sociali, presieduta dal consigliere Raimondo Giuseppe. Infine, quello della settima, dottor Gravante Salvatore, con delega al controllo sugli atti dell'amministrazione provinciale, presieduta dal consigliere Mariniello Giuseppe.