Contenuto Principale
Caserta, Ventre: Assediati dal traffico per la cattiva amministrazione. E un cattivo giorno PDF Stampa E-mail
Giovedì 04 Settembre 2008 14:50

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO

CASERTA - E’ bastato il semplice rientro dalle ferie della maggior parte dei casertani per costringere tutti gli automobilisti a lunghe code sulle due principali arterie cittadine, fra l’altro con il caldo che sta caratterizzando queste prime giornate settembrine.

E se ciò si è verificato con il semplice ritorno a “regime” della città ci domandiamo cosa accadrà di qui a pochi giorni, ossia con l’apertura dell’anno scolastico. Da sempre infatti, l’apertura delle scuole crea problemi al traffico a causa dell’allocazione degli istituti lungo strade che sono abitualmente oggetto di transito da parte di automobilisti, provenienti dalla periferia rispetto al centro o dai comuni limitrofi, per raggiungere il posto di lavoro. Già oggi, quindi, risultano paralizzate dal traffico le due principali arterie cittadine, Via Roma ed il Corso Trieste.

La prima è interessata dai lavori di rifacimento dei marciapiedi già previsti dalla precedente amministrazione di centro destra. Il Corso, invece, è oggetto di ulteriori lavori a causa del manto stradale. E' urgente che il sindaco renda pubblici quali saranno i provvedimenti urgenti che intende adottare per evitare la paralisi completa della città in concomitanza della suddetta apertura delle scuole. I cittadini, che nella prospettiva di una città migliore hanno già patito nel recente passato gravi disagi, hanno diritto di conoscere quale sarà il proprio destino nell’immediato. Fra l’altro, sempre in tema di disagi degli automobilisti, dobbiamo far presente la carenza di posti auto non a pagamento.

Anche questo è un problema serio in quanto, allo stato, chi è costretto, volente o nolente, a raggiungere il posto di lavoro con la propria auto è obbligato altresì a sobbarcarsi una spesa mensile non indifferente per il parcheggio. E’ naturalmente auspicabile l’uso sempre minore dell’auto ma a tutto ciò è naturalmente propedeutica l’adozione di rimedi da parte del Comune che fino ad ora non sono stati assunti e mi riferisco principalmente ad un efficiente servizio pubblico di trasporto. I cittadini casertani non meritano di essere sempre i soli a patire le conseguenze di una cattiva amministrazione da parte di chi invece aveva promesso a tutti un dolce risveglio con il famoso motto elettorale “buongiorno Caserta”.