Contenuto Principale
Roma, Daniela Del Prete della Dagal Social sky dopo un anno dall'intervento ci racconta... PDF Stampa E-mail
Notizie - OPINIONI
Scritto da salvatore   
Lunedì 03 Febbraio 2020 09:09

DANIELA-1

ROMA - Ho trascorso momenti terribili, dove il mio corpo era completamente immobile dai nervi ben saldati nei muscoli, a stento riuscivo a muovere la bocca per parlare, non sopportavo nessun odore di nessun detersivo, era veleno per me , gli occhi sgranati 24 ore su 24 e il cervello che andava mille allora con mille pensieri , la forte dose di chemio più di 7 flebo che il mio corpo assorbiva nell' arco di tre ore e mezzo faceva effetto due giorni dopo rendendomi quasi paralizzata da rischiare la paralisi irreversibile, tant' è vero le dosi successive mi hanno tolto le pillole chemio , per non parlare dei medicinali che mia madre con cura mi somministrava giornalmente, la mattina prima di fare colazione dopo colazione prima di pranzo dopo i pasti la sera e prima di andare a dormire , ricordare con cura i molteplici medicinali che dovevo somministrare ogni giorno per far sì che le reazioni della chemio fossero meno devastanti.

Il decimo giorno della prima chemio dopo aver preso anche il dosaggio delle pillole chemio la notte mi ritrovai per terra in bagno esausta di rigettare esausta di avere dolori atroci allo stomaco, esausta piangevo implorando Dio perchè tutto ciò, pregandolo e supplicando di far smettere ogni dolore all' istante , piangevo, mia madre mi venne a sollevare e piano piano a passo lento perchè non riuscivo neanche a piegare le gambe per camminare, strisciavo i piedi, ritornai a letto e restando con occhi aperti dai nervi tesi pregavo pregavo era l' unica cosa che riuscivo a fare.

Ricordi ogni particolare?
in realtà sto sorvolando molte cose , tipo non riuscire a stare sedute si ha la sensazione di non equilibrio . comunque non posso mai dimenticare quella notte , erano appena le 5 oramai mi alzavo presto perchè quando non si chiude occhio la notte il tempo sembra non passare mai quindi non vedevo l' ora che venisse mattina , dopo 10 giorni dove ero quasi completamente immobile miracolosamente mi alzo, cammino bene , riesco a parlare ed ero pervasa da un energia che nemmeno da ragazza ricordo di avere mai avuto , piegavo le gambe , saltavo ero veloce nei movimenti, era come se Dio avesse ascoltato le mie preghiere e l' energia che avevo era sovrannaturale , aspettai che le sette di mattina per svegliare mia madre reduce già da diverse notti insonne per farle vedere la bella notizia che riuscivo a muovermi, dopo pianse di gioia, da li capii che potevo farcela e valeva la pena di combattere ed ero pronta ad affrontare le altre due chemio a distanza di 20 giorni l una dall altra.

Ogni volta che facevi le chemio erano sempre le stesse sensazioni?
no, perchè i dottori mi chiedevano costantemente tutte le sensazioni quindi poi evitarono di darmi il dosaggio in pillole dato che era già troppo forte il dosaggio delle flebo pero la seconda mi somministrarono un forte calmante fin troppo che i nervi non erano più tesi ma sembravo una drogata che non si reggeva in piedi ,
La terza invece finalmente più leggera ma avvertivo delle forti scosse elettriche alla spina dorsale fino ad arrivare al cervello e avevo paura di perdere memoria conoscenza e dissi a mia madre se faccio un altra chemio perdo la ragione. Infine il carcinoma era del tutto sparito finalmente alla terza chemio quindi si poteva procedere per fare l intervento , comunque alla fine eccomi qui più forte di prima.

Come l'hai vissuti questi momenti e con chi?
Molta forza di volontà e di voler continuare a vivere, vedere mia madre che si dedicava giorno e notte a me non facendomi mancare nulla, vederla affaccendarsi affannarsi per me compresi quando era stupido prima a discutere su ogni piccola cosa invece di godersi il tempo insieme a lei , alle persone più care, si comprende sopratutto quando ti trovi in ospedale e vedi tanta sofferenza quanto è stupida la gente che perde tempo a fare cattiverie, a vivere nell' invidia invece di pensare alla propria felicità in questa vita cosi breve e piena di inaspettate sorprese oggi ci sei e domani chissà.
Comunque accanto sicuramente i miei familiari tutti .

E gli amici?
gli amici purtroppo comprendono e non comprendono . Ho avuto una cara amica Annamaria Piva di Roma famosa per "la compagnia delle stelle" che mi chattava ogni giorno e mi aiutava a pregare e a credere in Dio e Gesù e avere fede.

Poi io non ne ho fatto parola con nessuno tranne ad alcuni miei collaboratori stretti nel mondo dello spettacolo, ma non volevo che si sapesse e volevo che il mio programma Dagal Social di interviste andasse avanti senza intoppi. Si infatti il nome Dagal è andato avanti fino al premio Special Award alla biennale di Venezia raccontaci..

Non posso mai dimenticare stavo già due ore sulla sedia con le flebo e predisponevo la puntata su Sky al telefono con la redazione di come doveva essere montata ect. non mi arrendevo mai.
Devo molto al mio caro amico collaboratore Ferdinando D'Antuono dell Ass Raffaele Viviani mi chiama tutt' ora guerriera mi ha sempre sopportato anche perchè si hanno anche sbalzi di umore.

Alle intervistatrici Rosanna Romano, Fortuna Cafasso , alla giornalista Melissa Aleida , il filmaker Luigi Nappa che è subentrato quasi dopo il mio quasi ritorno in campo anche lui mi ha dato la grinta per riprendere le redini in mano fino poi a ritirare il premio inaspettato a Venezia .

E si comprende che infondo vale la pena di combattere che tutto quello che si costruisce non va mai perso e viene notato valutato da persone che sanno dare un valore a ciò che fai con tanti sacrifici.
Devo molto alla pubblicista di Riviste Nazionali Marianna Pignatelli che dopo un intervista e dopo esserci incontrate le sono piaciuta molto sia come persona sia professionalmente che un giorno mi ha contattata dicendo devi venire a Venezia a ritirare un premio.
Fu una bellissima sorpresa inaspettata dopo l intervento, mi ha dato la forza di riprendere ogni cosa anche se ormai barcollavo economicamente , perchè troppo tempo ferma quasi un anno,

"No, non ti preoccupare pensiamo tutto noi viaggio, alloggio ti do anche l'abito che deve essere di un atelier" e così sono partita per ritirare il premio ed è stata un esperienza bellissima, grazie anche al mio caro amico attore Gennaro Napolitano che ci ha fatto conoscere.

Dagal e tanti successi dal 2007 con il concorso Nazionale di bellezza "Una ragazza per il cinema" al "I premio sicurezza Campania" al tuo programma tv ad oggi?

Si effettivamente oggi giorno si dice dove c è dagal c' è successo , in realtà è l impegno che ci metto , la passione , la grinta credere in ciò che fai non mollando mai che mi porta inevitabilmente al successo , ero veramente una guerriera , con Una ragazza per il cinema ho portato in finale Nancy Gabriele e Marianna Vertola oggi giorno due professioniste modelle hanno lavorato per le più importanti Atelier di alta moda. Premio sicurezza Campania tutt' ora gli artisti come Gigi Finizio , Barbara Chiappini, Schiettino, Rivieccio e altri ancora , e i giornalisti presenti si ricordano dell' evento in collaborazione con la UIL.

Emozioni Live dove ha visto partecipe Ciro Marra che ultimamente è stato ospite in Rai nel programma prodigi. Mister Universe top model dove Michele De Falco Iovine ha stravinto alla finale Nazionale e da li l' abbiamo visto partecipe in diversi eventi oltre ad essere ospite da Barbara d' Urso , attualmente gira in tour con Malgioglio .
Il mio programma tv Dagal Social che affrontato vari temi sociali e ospitato diversi Artisti e registi mandando in onda vari cortometraggi, sono stata e sono ancora ufficio stampa del corto IO NO al bullismo che ha riscosso molto successo nelle scuole e destato interesse a vari programmi Rai.

Le interviste ai vari eventi Vip in Campania dato che non avevo più le forze per organizzare eventi televisivi , ha riscosso successo cominciando dal Lobefalo's party di Pasquale Lobefalo e Franco Lobefalo il compleanno più atteso in Campania da anni dai Vip e media alle interviste ai personaggi di Made in sud , al Premio Massimo Troisi e al salotto Napoletano al Cral Comune di Napoli coadiuvato dal presidente Leopoldo Manfredonia e tanti altri eventi e poi eccomi qui.

Parlaci un po' del passato sei stata anche tanti anni fuori ?
si per lavoro come formatrice della lingua italiana per l' uso della forma di cortesia per grosse aziende di telecomunicazioni sono stata via ben otto anni

Dove esattamente?
In Tunisia, dove oltre ad insegnare l' italiano e a lavorare nella telecomunicazione scrivevo articoli per il Corriere di Tunisi il giornale dell' Ambasciata Italiana.
è stato un bel periodo pieno di nuovi amici tunisini e italiani e fortuna tutti quelli che ho conosciuto al lavoro parlavano bene l' italiano quindi non ho avuto molta difficoltà ad inserirmi nella loro società perchè un conto andare li per vacanza un conto viverci.

Tanti anni da sola lontano dai familiari non ti mancava l'Italia?
Un pò si anche perchè ero appena reduce di due eventi di successo, ricordo il primo periodo non conoscendo bene ancora i miei colleghi, stando a casa la sera ho cominciato ad imparare a costruire quello che ormai è il mio sito 
www.dagalcreations.com mettendoci tutti i contenuti degli eventi che avevo organizzato ma mi mancava ancora qualcosa per sentirmi più vicina all' italia, così cominciai a scrivere il libro on line paragrafo per paragrafo e ogni paragrafo chiedevo ai lettore di mettere il like e se si raggiungeva un tot di like avrei continuato a scrivere.

Che idea poi com'è andata?
Nulla, vedevo che funzionava, seguivano e mettevano like incuriositi di come continuasse la storia, ed io proseguivo fino ad interagire creando poi le pagine fb collegandole al mio sito , addirittura ricevetti una chiamata dicendo Daniela qui si parla del tuo libro continua vai forte e per me era come sentirmi sempre a casa il mio sito senza volere era diventato il mio filo conduttore con l 'Italia.

Come si intitola il libro?
Sul sito lo trovi come La Penna Magica il titolo "è mio questo cartone" e ha destato interesse anche a diverse radio che poi successivamente mi hanno intervistata.

E' vero che non saresti mai ritornata?
In effetti non mi mancava nulla, vivevo nella mia villetta , il lavoro non mi mancava facevo fitness mi allenavo tantissimo , i week end in giro con gli amici nei miglior alberghi e posti di Tunisi , luoghi incantevoli che solo abitandoci hai il tempo di visitare e scoprire la bellezza di questa terra.
Quindi no, non sarei ritornata avevo tutto , poi di tanto intanto venivo qui per ferie anche se ogni volta che tornavo , trovavo tutto sempre più caotico diverso e cambiato.

Cos' è che ti ha fatto tornare?
Ho vissuto tutte e tre attacchi Isis in Tunisia , e con l' ultimo avvenimento io e i miei colleghi cominciammo ad avere paura persino di camminare in strada , non ci fidavamo più di nessuno e ci chiedevamo se era il caso di tornare, io mi convinsi quando la mia più cara amica e i miei amici della palestra mi hanno consigliato di tornare , ormai ci sentivamo come delle mine vacanti, adesso ti può sembrare esagerato ma all' epoca dei fatti era la prima volta che capii cosa voleva dire avere paura . paura di parlare , paura di camminare da soli, paura persino di stare in casa tua.

Volevano incudere timore facendo attacchi e ci sono riusciti in tanti siamo ritornati anche imprenditori che avevono li aziende da anni. Comunque ho tutto una storia da narrare alle spalle potrei continuare a scrive il libro on line.

Non ci resterà che leggerlo allora, tornando al sito un altro tuo successo oggi conta più di 8000 like fra poco 9000 sempre in crescendo ?
Rientrando non ti nascondo erano incuriositi dal libro ma otto anni fuori dall' Italia in un paese dove esistono ancora dei valori , e catapultarsi qui dove regna il caos e dove non sapevo se fidarmi o meno ho preferito rifiutare i vari inviti in trasmissioni locali e aspettare , dovevo prima assestarmi ripredermi, adesso scrivo anche articoli quindi negli ultimi due anni il sito ha cominciato a salire di like anche con gli eventi dove eravamo presenti con le telecamere sky , quindi i personaggi intervistati, le persone alla fine ti seguono e il caso ha voluto seguono più il mio sito che le mie pagine forse perchè sono tutte collegate al sito comunque anche questo non mi aspettavo .

In tutto il tuo percorso di vita rimpiangi qualcosa?
No , se guardo indietro vedo un film bellissimo dove la storia ancora deve avere il suo lieto fine quindi mi compiaccio di come ho affrontato ogni difficoltà, come facilmente mi sono adattata a vari mondi culturali di farne parte e di coglierne sempre il meglio e di farne un bagaglio culturale e di saggezza che adesso nessuno mi può togliere.

pittrice ed ex ballerina ma non ti manca il palcoscenico?
ultimamente sto seguendo un Artista Napoletano sono il suo ufficio stampa e mi ha invitata per tre sere di seguito al suo debutto al teatro Trianon Viviani a Napoli , sto parlando del cantautore Michele Selillo e non ti nascondo che stando tutto il tempo dietro le quinte..... si dopo tanti anni mi è venuta voglia di ritornare in scena , ma non come ballerina oramai , ma come attrice si proverei nuovamente ad andare in scena chissà...

e a dipingere hai fatto dei quadri su vetro unici nel suo genere?
avendo la serenità giusta si magari riprenderò anche a dipingere

Progetti ??
Dopo l' intervento , vivo un pò giorno per giorno , piccoli progetti iniziative ma nulla di molto impegnativo che mi porta a stressarmi troppo.
Ringrazio Dio ogni giorno per aver ascoltato le mie preghiere e per avermi dato la forza di andare avanti certo se non fosse stato anche per la competenza dei dottori che mi hanno seguito e del Professor Greggi primario dell Istituto Pascale Fondazione Tumori di certo oggi non ero qui con lei a rilasciare quest' intervista, un particolare ringraziamento speciale va a Mario Guida .

Grazie per averci dedicato il tuo tempo prezioso per questa bellissima intervista dove per la prima volta ci hai svelato un pò di te ...ti  seguiremo su 
www.dagalcreations.com/danyd 
Grazie a voi tutti e un bacio a tutti i cari lettori che ci seguono.