Contenuto Principale
Maddaloni, omaggio all’Immacolata, Regina delle rose di Francesco Tavoni, dell’Ass. Barchetta PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Venerdì 04 Dicembre 2020 19:21

MADDALONI (Caserta) – Poche ore or sono l’Associazione Culturale Musicale ONLUS “Aniello Barchetta” ha inteso in occasione della festa dell'Immacolata dedicare un omaggio alla mamma celeste. Anche se l’appuntamento liturgico è l’8 dicembre 2020, l’omaggio è già disponibile. Tale appuntamento rientra tra le iniziative promosse dal Maestro Antonio Barchetta, come la serie delle meravigliose liriche del Maestro Aniello Barchetta presentate da Luca Ugo Tramontano.

Come si accennava dunque, nelle scorse ore, i collaboratori del canale Youtube “Associazione Culturale Musicale A. Barchetta” (link), su indicazione del Maestro Antonio Barchetta, hanno completando il montaggio del video disponibile già on line. In questo modo la fruizione sarà possibile nel tempo e abbattendo i limiti spazio temporali della proposta dello stralcio del concerto presentato.

Il video offre, tra le altre cose, una bellissima esibizione dell’Artista Ornella Di Benedetto, Soprano, accompagnata dall’Orchestra dell'Associazione Culturale Musicale ONLUS “Aniello Barchetta”, con il primo violino Carlo Russo che purtroppo ci ha lasciato, diretta dal Maestro Antonio Barchetta, con “Regina delle rose” di Francesco Tavoni (link).

Questo brano è stato interpretato dal Soprano Ornella Di Benedetto in occasione della festa di San Aniello, festa del sodalizio, il 14 dicembre 2003 presso la Basilica Pontificia Minore del Corpus Domini alla presenza del Teologo Cardinale Tomáš Špidlík accolto dal rettore e parroco mons. Cesare Scarpa, collaborato per l'occasione dal diacono don Antonio Esposito, e alla presenza di alcuni dei suoi figliocci sacerdoti come don Nicola Lombardi e don Vincenzo Bruno ed altri come il postulatore don Antonio Di Nardo. I sacerdoti indicati collaborarono alla presenza della visita del cardinale. Il video offre un contributo fotografico compreso il cinquecentesco quadro del Rosario del maddalonese Pompeo Landolfo.

La serata fu presentata dalla voce storica del sodalizio Luca Ugo Tramontano.

Circa il brano va detto che è un omaggio alla Madonna del Rosario ricordando la famosa battaglia di Lepanto.

La battaglia navale di Lepanto si svolse nel corso della guerra di Cipro. Era il 7 ottobre 1571 quando le flotte musulmane dell’Impero ottomano si scontrarono con quelle cristiane della Lega Santa, che riuniva le forze navali della Repubblica di Venezia, dell’Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e di Sicilia), dello Stato Pontificio, della Repubblica di Genova, dei Cavalieri di Malta, del Ducato di Savoia, del Granducato di Toscana e del Ducato di Urbino, federate sotto le insegne pontificie. Dell’alleanza cristiana faceva parte anche la Repubblica di Lucca, che pur non avendo navi coinvolte nello scontro, concorse con denaro e materiali all’armamento della flotta genovese.

Prima della partenza della Lega Santa per gli scenari di guerra, san Pio V benedisse lo stendardo raffigurante, su fondo rosso, il Crocifisso posto fra gli apostoli Pietro e Paolo e sormontato dal motto costantiniano In hoc signo vinces. Tale simbolo, insieme con l’immagine della Madonna e la scritta S. Maria succurre miseris, issato sulla nave ammiraglia Real, sarà l’unico a sventolare in tutto lo schieramento cristiano quando, alle grida di guerra e ai primi attacchi turchi, i militi si uniranno in una preghiera accorata. Mentre si moriva per Cristo, per la Chiesa e per la Patria, si recitava il Santo Rosario: e i prigionieri remavano ritmando il tempo con le decine dei misteri. L’annuncio della vittoria giungerà a Roma 23 giorni dopo, portato da messaggeri del Principe Colonna. Il trionfo fu attribuito all’intercessione della Vergine Maria, tanto che san Pio V, nel 1572, istituì la festa di Santa Maria della Vittoria, trasformata da Gregorio XIII in «Madonna del Rosario».

 

Il Maestro Antonio Barchetta, nel ringraziare a nome proprio e dell’Associazione Culturale Musicale Onlus“Aniello Barchetta”, il pubblico che si connetterà al canale Youtube “Associazione Culturale Musicale A. Barchetta”, i mezzi di comunicazione di massa che promuovono i cicli di eventi dell’Associazione, coglie l’occasione per Augurare un buono ascolto delle liriche ed invita a seguire le future iniziative attraverso le news del sito: www.associazionebarchetta.org e la pagina social www.facebook.com/associazioneaniellobarchetta/.