Piedimonte Matese, Festival dell’Erranza: Il 3 Ottobre la cerimonia di premiazione Stampa
Scritto da salvatore   
Venerdì 25 Settembre 2020 08:08

locandina serata

PIEDIMONTE MATESE (Caserta) - Si svolgerà sabato 3 ottobre la cerimonia di conferimento del “Premio Letterario Nazionale Festival dell’Erranza 2020” dedicato alla Transumanza, in occasione di un evento organizzato dal Festival dell’Erranza, diretto da Roberto Perrotti. A partire dalle ore 17:30, nel chiostro domenicano del complesso monumentale “San Tommaso d’Aquino” di Piedimonte Matese (CE), saranno assegnati i riconoscimenti ai vincitori del Concorso, che ha inteso dar voce ad Autori impegnati nell’approfondimento del tema prescelto per questa edizione, in seguito alla proclamazione della Transumanza quale patrimonio culturale immateriale dell’Unesco.

Grazie alla collaborazione della segretaria del Premio Cristina Palumbo, la Giuria – presieduta da Giorgio Agnisola e composta da Mary Attento, Alberico Bojano, Lidia Luberto e Nicola Sorbo – nominerà i vincitori, i quali beneficeranno della pubblicazione gratuita dei loro elaborati presso la casa editrice Erranza Edizioni, che si occuperà anche della presentazione dei libri. Ai vincitori, inoltre, sarà conferito un diploma di merito e aggiudicato un buono spesa – di diversa entità, a seconda del premio assegnato – da utilizzare presso le Librerie Feltrinelli.

Oltre alla cerimonia di premiazione, l’evento prevede l’attesa partecipazione di Gianni Rigoni Stern e di Ambrogio Sparagna, preceduti da interventi da parte dei rappresentanti locali di: Unesco, Jolanda Capriglione; Coldiretti, Manuel Lombardi; CAI, Gino Guadalupo.

Gianni Rigoni Stern – figlio del grande Mario del “Sergente nella Neve” ed esperto conoscitore di pascoli e boschi dell’Altipiano di Asiago, oltre che autore di diverse pubblicazioni in tema di malghe alpine – con il suo libro “Ti ho sconfitto felce aquilina”, racconta una storia di rinascita racchiusa nel progetto della Transumanza della Pace. L’iniziativa rivela l’instancabile impegno dell’autore nel costruire la pace e nel recuperare le tradizioni agricole e pastorali. Se ne parlerà alle ore 19:00, in compagnia anche di Sergio Vellante.

Alle ore 20:30 il musicista ed etnomusicologo Ambrogio Sparagna, protagonista di una lunga attività concertistica di respiro internazionale, direttore dell’Orchestra Popolare Italiana, si esibirà in “Note di viaggio”, un repertorio che esplora la tradizione musicale italiana, il cui filo conduttore è un viaggio ‘transumante’ raccontato attraverso ballate, ninne nanne e tarantelle d’amore, con Erasmo Treglia e i Campanacci degli Aurunci. Ingresso libero.