Contenuto Principale
Maddaloni,LA NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO “G. BRUNO” - VII edizione 28 maggio 2021 PDF Stampa E-mail
Scritto da prof. Antonio Pagliaro   
Lunedì 31 Maggio 2021 07:06

MADDALONI (Caserta) - La Città di Maddaloni ha vissuto LA NOTTE NAZIONALE DEL LICEO CLASSICO “G. BRUNO” - VII edizione il 28 Maggio 2021 dalle 16:00 alle 20:00.


Anche quest’anno, il Liceo Classico “G. Bruno”, guidato dal rettore dirigente scolastico prof. Rocco Gervasio, ha partecipato a “La Notte nazionale del Liceo Classico” dove i suoi stimati studenti, con l’ausilio dei loro validissimi docenti, si sono esibiti in tutta una serie di performance legate ai loro studi e alla esaltazione del valore formativo della cultura classica.


La Notte Nazionale del Liceo Classico è uno degli eventi più innovativi nella scuola degli ultimi anni, è già arrivata alla sua settima edizione. Nata da un’idea del prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico “Gulli e Pennisi” di Acireale (CT), sostenuta dal Ministero della Pubblica Istruzione.


Considerata la situazione di emergenza sanitaria in cui ci troviamo da ormai 15 mesi, per evitare una ripresa della pandemia provocata dal Corona virus e in rispetto delle norme vigenti, il Coordinamento Nazionale ha deciso comunque di celebrarla però in modalità online. Infatti, ieri, 28 maggio 2021, alle ore 17:00, in diretta streaming dal canale You Tube, tutti i 300 licei partecipanti erano collegati. Dopo aver ascoltato la canzone “Tutti in piedi per la DAD” di Francesco Rainero, l’ideatore prof. Rocco Schembra ha dichiarato aperta (dalle ore 16:00 alle ore 20:00) “La Notte nazionale del Liceo Classico” su tutto il territorio nazionale.


La Notte Nazionale del Liceo Classico maddalonese è più che una festa. È, innanzi tutto, un modo alternativo ed innovativo di fare scuola e di veicolare i contenuti, un puntare su una formazione di natura diversa che non va a sostituire quella tradizionale, ma le si affianca in maniera produttiva e proficua. Il bello della Notte Nazionale non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, che fanno sì che gli studenti identifichino i locali in cui quotidianamente vivono le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante, con un ambiente ludico, in cui cultura vuol dire gioia, piacere di condivisione, rispetto dei tempi e delle parti. Tutti assieme, in una Italia finalmente unita nell’ideale di difesa, promozione e salvaguardia delle nostre radici più autentiche, quelle della civiltà greco-romana.
Nel nostro liceo la Notte nazionale si è aperta con l’introduzione dell’Orchestra Junior, delle classi Primaria e delle Majorettes impegnate nella rassegna musicale denominata “Convitto in Musica - Aspettando la Notte dei Licei”. Come stabilito dal programma nazionale, alle 16:00 precise, due studentesse del Liceo tradizionale, Maria Savinelli e Ylenia Carfora, hanno inaugurato detta notte leggendo due bellissimi componimenti scritti da due compagne di classe della II D, Giada Di Siena e Michela Cirma, riguardanti le tematiche de “Il mio paese” e “l’Amicizia”.
Poi, è proseguita nella sala conferenze “L. Settembrini” con il benvenuto del Rettore Dirigente Scolastico Rocco Gervasio e i saluti del Sindaco della Città di Maddaloni Andrea De Filippo.


Alle 17:00, l’incontro con il dott. Mario Cesarano, Archeologo presso la Soprintendenza Archeologia di Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Napoli che ha parlato alla competente platea di “Forme, linguaggi e perché della divulgazione dei Beni culturali in Italia”. Questo interessante incontro ha concluso anche il ricco programma della prima edizione della serie di conferenze chiamato “Maggio Calatino”, iniziato il 3 maggio scorso, un’esclusiva manifestazione culturale rivolta alla scuola e al territorio che ha visto la partecipazione di numerosi studiosi di primissimo livello e che ha arricchito gli orizzonti culturali degli studenti del Liceo Classico e Classico Europeo “G. Bruno”.


A seguire, nella stessa sala conferenze, il prof. Gennaro Carillo, Ordinario di Storia del pensiero politico nel Dipartimento di Studî umanistici dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, ha tenuto una “Lectio magistralis” nell’incontro avuto con gli attenti liceali del Bruno.
Come da programma, si è proseguito con il Carme di Catullo e svolto laboratori di scrittura creativa, Rapporto tra padre e figlio nella letteratura antica e moderna. Inoltre, nei sotterranei del Convitto, illuminati per l’occasione dagli ottimi tecnici dell’Istituto con fari scenografici, i giovani liceali hanno recitato con maestria ad un numero limitato di persone (una decina per motivi di capienza e sicurezza) il Canto V dell’Inferno di Dante proponendo repliche ogni mezz’ora a nuovi spettatori. Altri eventi importanti sono stati: La canzone no LLores por mi Argentina, Incontro con Elisa Ruotolo, La Matematica della Bellezza, Esperimenti di Scienze, Reading in Letteratura Inglese, Poesie, Monologo, lettura del brano finale e … tanto altro.
Il tutto è avvenuto con la Diretta You Tube con regia delle alunne e degli alunni del Liceo Classico e Classico Europeo. Alla fine della riuscitissima Notte nazionale, il Rettore D.S. Gervasio, soddisfatto, ha ringraziato i presenti e li ha invitati a gustare un graditissimo Buffet nel grande refettorio del Convitto, dove ha salutato tutti con un caloroso arrivederci al prossimo anno.