Contenuto Principale
Caserta, si spara un colpo all'addome in auto a Cesa: 44enne muore all'ospedale PDF Stampa E-mail
Giovedì 24 Giugno 2010 18:24

CESA (Caserta) - Un uomo si spara all’addome all’interno della sua vettura, con un fucile da caccia. Il 44enne di Cesa non ha avuto scampo, è deceduto all’ospedale. Questa mattina alle 7.20 circa, durante un servizio di controllo del territorio, i carabinieri della stazione di Cesa hanno rinvenuto una vettura parcheggiata all’angolo di via Berlinguer all’interno della quale, seduto dritto sul sedile lato guida, vi era un uomo che a prima vista sembrava fosse morto.

Avvicinatosi, i militari si sono accorti che l’uomo respirava a fatica e presentava ferite d’arma da fuoco riportate all’addome all’altezza del cuore, di fianco, vi era il fucile da caccia, regolarmente detenuto, utilizzato per togliersi la vita.

L’uomo era ancora vivo e gli operanti, hanno allertato immediatamente la Centrale operativa del servizio 118 di Caserta. Sul posto è  arrivata l’ambulanza locale che ha trasportato il poveretto all’ospedale Moscati di Aversa, dove è stato operato d’urgenza all’addome, ma la vittima non ce l’ha fatta e circa un’ora dopo  è deceduta.

Si tratta di Vincenzo Caiazza, nato ad Arzano (Napoli), il 21 novembre 1966, residente a Cesa in via Verdi. Dai biglietti di addio ritrovati nell’abitacolo, si evinceva la voglia di farla finita con la vita e di rompere con i pensieri che lo tormentavano. Il 44enne era disoccupato e separato dalla moglie, sentiva forte la solitudine ed era caduto da tempo, in una profonda depressione. Questo potrebbe essere il motivo del folle gesto. Il corpo dello sfortunato è stato trasportato all’istituto di medicina legale dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta in attesa di una visita medico legale.