Contenuto Principale
Napoli, il Global Day dona un fiore per la SLA PDF Stampa E-mail
Scritto da Giovanna Giaquinto   
Venerdì 20 Giugno 2008 10:22

L’Eco di Caserta, da oggi, vuole dare voce alle tante persone affette da malattie, più o meno conosciute. Vi racconteremo storie vere, vi informeremo sulle iniziative presenti sul territorio e vi daremo i riferimenti necessari per poter contattare le varie associazioni e magari poter chiedere informazioni su una malattia, sul come agire o su come poter aiutare chi si trova in difficoltà. Oggi diamo voce alla SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica).

NAPOLI - Sabato 21 giugno, in tutta Italia la AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica ) organizza il “Global Day”, la Giornata Mondiale di Sensibilizzazione sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica, una neuropatologia degenerativa che colpisce persone, fra i 40 e i 70 anni, di ogni Paese del mondo, senza distinzione di razza, colore della pelle, credo religioso e condizione economica. Molte le iniziative previste, in tutta Italia.

La Campania interverrà al Global Day con l’iniziativa: “Aisla Napoli e i fiorellini happymais… per la SLA”. La sezione AISLA di Napoli allestirà degli stand presso il Parco Commerciale “Auchan” di Giugliano in Campania (Napoli) e ad Afragola, presso il Liceo Scientifico Brunelleschi (Via Firenze 23) e il Primo Circolo Didattico “G. Marconi”.

Gli stand proporranno l’iniziativa “Un Fiore per la SLA”, durante la quale saranno presentati i coloratissimi fiorellini HappyMais, un gioco ecologico naturale composto da materiale ecologico derivato dal mais.

La lotta alla SLA è una lotta globale, per questa ragione attraverso manifestazioni in tutta Italia, si cercherà di far giungere una voce, che possa coinvolgere tutti, dal semplice cittadino, alle istituzioni, in modo da mobilitarsi e prestare il proprio contributo per aiutare i malati ed i loro familiari. Sarà distribuito materiale informativo per diffondere notizie sulle problematiche e sui bisogni degli ammalati di SLA, sugli scopi e le iniziative dell’Associazione.

Il 21 giugno è un giorno di solstizio, quindi rappresenta un ideale punto di svolta, in cui, ogni anno dal 1997, i pazienti affetti da SLA, i loro familiari e molti volontari organizzano una serie di attività per esprimere la speranza che questo giorno possa effettivamente rappresentare un ulteriore punto di svolta nell’attività della ricerca per poter scoprire causa, terapia e cura di questa malattia

Ron, in qualità di testimonial AISLA, concluderà le celebrazioni del Global Day - sabato 21 giugno a Montefalco (PG), presente per una tappa del tour estivo 2008 “Quando sarò capace di amare”. Nell’occasione il cantautore pavese sarà accompagnato dall'Orchestra “Amedeo Modigliani” eduetterà con alcuni ospiti a sorpresa che saliranno sul palco con lui.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Sezione AISLA di Napoli:

Nadia De Gregorio

c/o Clinica Hermitage

Via Cupa Tozzole, 2

Tel. 338 2446301

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Cos’è la SLA?

 

La Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) è una grave malattia dei motoneuroni, ovvero le cellule nervose di cervello e midollo spinale che trasmettono i comandi per il movimento ai muscoli. Il suo nome significa: indurimento (Sclerosi) della porzione laterale del midollo spinale (Laterale) e dimagrimento muscolare (Amiotrofica).A causa della SLA, i motoneuroni muoiono prima del tempo, provocando alla persona colpita un progressivo indebolimento muscolare e conducendola alla paralisi. Generalmente, la SLA colpisce persone adulte, di entrambi i sessi, in un‘età compresa tra i 40 ed i 70 anni. In Italia, ogni giorno si manifestano in media tre nuovi casi di SLA ogni 100.000 abitanti e si contano circa 5.000 malati.Oggi la SLA non può ancora essere guarita e le sue cause sono sconosciute, ma insieme è possibile aiutare i pazienti e i loro famigliari ad affrontarla ed impegnarsi a promuovere la ricerca scientifica.

 

 

Cos’è l’AISLA?

 

L’AISLA ONLUS (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, con sede a Novara e sezioni in varie regioni italiane) dal 1983, è un punto di riferimento per i malati di SLA ed i loro famigliari, i cui scopi sono: - promuovere la tutela, l'assistenza e la cura dei malati di SLA, garantendone la dignità personale per una migliore qualità della vita;- stimolare e diffondere la conoscenza delle problematiche connesse alla SLA al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica, le Autorità politiche, sanitarie e socio-assistenziali, nei confronti dei malati e dei loro familiari;- sollecitare le Autorità competenti perché provvedano con rapidità e accuratezza di diagnosi a fornire trattamenti e cure adeguate ai malati di SLA e la necessaria assistenza ai familiari;- promuovere e/o sostenere anche in collaborazione con Istituzioni Pubbliche e/o private, attività di ricerca scientifica e di studio per l’approfondimento delle conoscenze scientifiche circa i modelli e le tecniche di intervento nell’ambito della SLA;- promuovere e/o organizzare percorsi di formazione professionale del personale sanitario e socio-assistenziale che opera nell’ambito della SLA;- informare i malati, i loro familiari e quanti li seguono nel trattamento, sulla malattia, sulle possibilità di cura e di assistenza;- promuovere la presenza sul territorio di referenti dell’Associazione così da costituire delle rappresentanze locali tra i soci vicino agli ammalati e favorire il nascere di gruppi di supporto per le loro famiglie;- promuovere e/o contribuire alla raccolta ed all’elaborazione dei dati epidemiologici su base regionale, nazionale ed internazionale, in collaborazione con le Istituzioni sanitarie preposte;- aderire ad organismi nazionali ed internazionali che si occupano di SLA per meglio conseguire gli scopi sociali;- promuovere la raccolta di fondi, ricevere ed eventualmente elargire contributi e donazioni, anche in natura, e concludere tutte le operazioni necessarie ed utili per il conseguimento dei fini statutari.