Contenuto Principale
Caserta, convalidato arresto moglie di Setola. Il boss voleva organizzare una strage PDF Stampa E-mail
Venerdì 16 Gennaio 2009 09:41

CASERTA - Giuseppe Setola, il boss dei casalesi, il clan della camorra della provincia di Caserta più violento in Italia, arrestato mercoledì pomeriggio a Mignano Montelungo, paesino del Casertano al confine con il Lazio, voleva organizzare una strage per l'oltraggio ricevuto per l'arresto della moglie quando era scappato, avevrtito, dal suo covo di Trentola Ducenta, sempre nel Casertano. La minaccia, secondo quanto riportano alcuni organi di stampa, sarebbe stata intercettata poco prima del suo arresto dalle forze dell'ordine in un conversazione telefonica tra camorristi.

E' stato intanto convalidato l'arresto della moglie di Setola, Stefania Martinelli, ieri sera, dall'Ufficio Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.