Contenuto Principale
Caserta, stasera la Via Crucis con le famiglie PDF Stampa E-mail
Venerdì 18 Aprile 2014 09:13

CASERTA - Nell’ambito delle attività di Pastorale Familiare della Parrocchia Cattedrale, con il Parroco Don Enzo De Caprio, quest’anno si è pensato ad una via Crucis particolare che vede ‘la Famiglia a scuola d’amore sotto la Croce’. Il lavoro è stato svolto dal Servizio per la Pastorale Familiare (coniugi Adele e Pasquale Melluso) e dall’Ufficio Liturgico (Don Domenico Matrisciano) della Parrocchia San Michele Arcangelo nella Chiesa Cattedrale di Caserta, coinvolgendo tutte le famiglie a vario titolo impegnate nelle diverse attività della realtà Parrocchiale. Tra le altre anche una famiglia originaria delle Filippine ed una della polonia che leggeranno le stazioni affidate nella loro lingua di origine. I testi originari che accompagnano le meditazioni per le diverse stazioni ed a cui si è fatto riferimento, sono stati composti, su incarico della Santa Sede, da una coppia di coniugi, Annamaria e Danilo Zanzucchi, per la via Crucis del 2012 al Collosseo. La Via Crucis è vista nella corrispondenza che essa può avere con la vita della famiglia. Nella vita di coppia, ci si trova a conoscere e, in certo modo, a partecipare dei dolori di tante famiglie vedendo come, in ognuna di queste sofferenze c’è un riflesso della Via Crucis della famiglia. È sempre un mistero, infatti, il dolore della famiglia perché prende la persona e anche i due coniugi insieme o anche i figli, quando ci sono. È un dolore comunitario che ha ripercussioni anche sulla società. La Via Crucis si lega molto alla vita umana e della famiglia, in particolare ai momenti dolorosi di quest’ultima. La Via Crucis è una realtà viva. Penetrando questa tradizione della Chiesa, è colta come una realtà che, non solo ci fa centellinare la vita di Gesù, ma, in Lui, la vita umana in tanti suoi passaggi, in tutti i suoi dolori.