Contenuto Principale
Caserta, Ventre in predicato per la Corte Europea dei diritti dell'uomo PDF Stampa E-mail
Mercoledì 16 Settembre 2009 20:06

CASERTA - Il Consiglio d’Europa ha pubblicato oggi la lista dei tre candidati scelti dall’Italia per sostituire, in vista del termine del suo mandato il prossimo 25 marzo, il giudice Vladimiro Zagrebelsky alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

La lista comprende Andreana Esposito, docente di diritto penale alla II Universita’ di Napoli, Guido Raimondi che attualmente dirige il servizio giuridico dell’Organizzazione
internazionale del lavoro (Ilo) a Ginevra, e Riccardo Ventre, magistrato del Tar e docente universitario alla Seconda Università di Napoli, che dal 2004 al 2009 ha ricoperto anche la carica di eurodeputato eletto nelle liste di Forza Italia.

Tutti e tre i candidati sono nati in Campania e hanno studiato presso le universita’ del capoluogo campano laureandosi in giurisprudenza. Andreana Esposito e Guido Raimondi hanno gia’ avuto esperienza diretta del Consiglio d’Europa e della Corte: Esposito e’ stata dal 2004 al 2006 l’esperta nominata dal governo italiano al Comitato di esperti per il miglioramento delle procedure per la protezione dei diritti dell’uomo, mentre Raimondi e’ stato giudice ad hoc presso la stessa Corte di Strasburgo. Ventre, magistrato amministrativo, è anche docente di diritto amministrativo alla Facoltà di Giurisprudenza di Santa Maria Capua Vetere.

I tre candidati, come prevede il regolamento, saranno sentiti dal sotto comitato dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa per l’elezione dei giudici alla Corte europea dei diritti dell’uomo il prossimo 28 settembre.