Caserta, tre nuove donazioni al Museo della Seta di San Leucio Stampa
Scritto da salvatore   
Venerdì 10 Giugno 2022 16:44

MUSEO02.jpeg

CASERTA - Il Museo della Seta del Real Belvedere di San Leucio si arricchisce di altri oggetti utili alla documentazione e alla testimonianza della storia del sito monumentale e della comunità locale. Con delibere di Giunta, proposte dagli assessori alla Cultura Enzo Battarra e al Patrimonio Annamaria Sadutto, sono state accettate tre diverse donazioni di beni che vengono così acquisiti al patrimonio comunale.

Nello specifico, il prof. Luigi Bologna ha donato al Museo della seta alcuni oggetti storici di sua proprietà, in perfetto stato di conservazione,

·Â Â Â Â Â Â Â Â  n. 1 coperta artificiale, disegno orientale, prodotta dalla famiglia Padula di San Leucio, fine 1800;

·Â Â Â Â Â Â Â Â  n. 1 coperta fondo seta disegno classico, prodotta dal setificio Bologna-Di Giacomo, anno 1895;

·Â Â Â Â Â Â Â Â  Carte tecniche varie, archivio borbonico, per tessitura a mano;

·Â Â Â Â Â Â Â Â  Pannello in cornice, carta tecnica raffigurante cestino francese, originale, fine 1800;

MUSEO2.jpeg

·Â  Pannello con descrizione didattica del Bombix Mori.

Il prof. Vincenzo Elefante ha invece donato alcune carte tecniche storiche del Setificio e dei colori storici utilizzati per la tintura dei filati, in perfetto stato di conservazione;

·Â Â Â Â Â Â Â Â N. 12 contenitori di tintura per seta:

·Â Â Â Â Â Â Â Â Carta tecnica storica composta da n. 12 pannelli in carta dipinti a mano, di cui n. 2 pannelli con misure 48x1.34 cm. e 10 pannelli con misure 45x1.34 cm.

Infine, il sig. Raffaele Della Valle, originario di Briano e da molti anni residente a Venezia-Mestre, specializzato nella tessitura e nella manutenzione meccanica dei telai, ha realizzato e donato al Museo del Belvedere un modello funzionante in piccola scala di telaio meccanico.

Ai cittadini che con le loro donazioni hanno contribuito ad impreziosire il patrimonio storico-artistico del Museo della seta del Belvedere di San Leucio va il ringraziamento ed il plauso del sindaco Carlo Marino e dell’intera Amministrazione comunale.