Contenuto Principale
Caserta, ordinanza per la pulizia e manutenzione dei terreni, potatura delle siepi ed alberature su terreni privati PDF Stampa E-mail
Scritto da salvatore   
Mercoledì 08 Giugno 2022 15:58

CASERTA – Da verifiche degli uffici comunali è emerso che non tutti i proprietari ed i conduttori di fondi confinanti con le strade comunali e vicinali provvedono ad una adeguata manutenzione del verde dei propri fondi, che l'abbandono, l'incuria e la mancanza di un'adeguata

manutenzione del verde privato da parte dei pro­prietari e dei conduttori dei fondi possono causare rischi per la propagazione di incendi, con conseguente grave pregiudizio per l'incolumità pubblica e privata, considerato che la piovosità particolarmente elevata, di cui a breve è previsto il raggiungimento del picco massimo annuale,

comporta il possibile verificarsi di situazioni di rischio idrogeologico legate a precipitazioni intense e prolungate sul territorio, a disposto, allo scopo di eliminare le cause che possono costituire innesco di incendi e rischio idrogeologico, oltreché creare si­tuazioni potenzialmente di pericolo per la circolazione stradale, nonché pregiudizio all'igiene pubblica, con conse­guente aggravio del pericolo per l'incolumità delle persone:

-ai proprietari, ai conduttori e ai detentori a qualsiasi titolo di terreni appartenenti a qualunque categoria d'uso del suolo, siano di proprietà di Enti pubblici o di privati (soggetti giuridici o persone fisiche), di procedere agli in­terventi di pulizia di seguito elencati, che dovranno essere comunque tutti effettuati ciclicamente in modo da ga­rantire la perfetta pulizia e manutenzione dei luoghi, in ogni caso ENTRO E NON OLTRE IL 30/06/2022 e succes­sivamente, ogni qualvolta necessario, consistenti in:

1. - sfalcio dell'erba, regolazione delle siepi, taglio di piante, di rami, del fieno, delle sterpaglie e della vegetazione in­colta e sfalcio di tutta la vegetazione secca anche in aree coltivate;

2. - regolazione delle siepi, taglio di rami delle alberature e piante e rimozione dello sfalcio, nonché dei rifiuti, nelle aree private e pubbliche site nelle vicinanze di abitazioni, ed in particolare nelle aree private prospicienti o che ag­gettano su strade ed aree pubbliche o di uso pubblico, a tutela della viabilità e della fruizione delle stesse;

3. - rimozione dello sfalcio e dei tagli, dalle aree di cui ai precedenti punti 1) e 2) e conseguente smaltimento e confe­rimento (o riciclo) secondo le modalità previste per legge;

4. - manutenzione, pulizia e spurgo, con eventuali opere di risagomatura, dei fossi e dei canali di scolo e delle cunette, così da favorire il regolare deflusso delle acque stesse e la loro immissione nei fossi e/o scarichi principali;

5. - eventuale rimozione e/o smaltimento dei rifiuti laddove presenti.