Contenuto Principale
Maddaloni, una fiaccolata per le vie della città a salutare e ringraziare la Madonna di Fatima PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Venerdì 19 Luglio 2019 21:37

Da domenica 14 luglio 2019 la Diocesi di Caserta è viva nell’esperienza di grazia della visita della statua pellegrina della Madonna di Fatina che è a Maddaloni.

L’arrivo nel pomeriggio di domenica 14 luglio nel campo sportivo comunale di Maddaloni, come riproposto nelle foto, nelle cronache, nei video e nelle dirette condivise (in particolare quella curata da Gianluca Pota per Goldwebtv) è stato un momento emozionante vissuto in presenza e a distanza. Tanti i fedeli, le forze dell’ordine e i sodalizi come quello della protezione civile, la croce rossa italiana e i volontari dell’U.N.A.C. di Maddaloni (presenti anche nelle altre uscite cittadine come processioni e fiaccolate).

Si ricorda che la processione dal campo sportivo alla chiesa parrocchiale ospitante è stata preceduta dalla banda sinfonica della città di Maddaloni.

Dall’atterraggio dell’elicottero (dopo aver sorvolato e salutato la clinica di San Michele e l’Ospedale Civile e i malati ivi ricoverati) fino alla processione e alla Santa messa guidata dal Vescovo di Caserta mons. Giovanni D’Alise, presente da calendario in più occasione a Maddaloni per i momenti di preghiera per la Madonna e anche fuori previsione come nel caso di martedì 16 luglio allorquando nel corso della mattinata senza preavviso era in ginocchio ai piedi della santa effige e delle reliquie dei pastorelli dell’apparizione a Fatima. Ciò a dimostrare la diocesanità della permanenza della santa effige nella chiesa di Maria Santissima Immacolata a Maddaloni. Tanti i fedeli giunti, dal primo cittadino ai parlamentari come Antonio Del Monaco, fin dall’arrivo a Maddaloni, fino al Ministro della Difesa on. Trenta che di passaggio a Maddaloni ha sentito il bisogno di fermarsi in preghiera davanti la santa effige.

Una cronaca quotidiana di questa settimana è disponibile nel gruppo facebook “Madonna di Fatima a Maddaloni” dove scatti e note quotidiane condividono i momenti di grazia vissuti che oltre ad ottemperare il programma previsto con gruppi e relatori o celebranti coinvolti ha una serie di momenti eccezionali come l’invasione della chiesa, che si ricorda essere sita in via Roma a Maddaloni e detta anche de “Cappuccini” retta dal parroco don Edoardo Santo, da parte degli oratori maddalonesi che con lo slogan di quest’anno “Bella storia” hanno voluto vivere una bella storia di preghiera con Maria. Una storia che ha vissuto l’emozione della processione eucaristica con il clero e i religiosi ieri sera, giovedì 18 luglio, e che con il vicario foraneo padre Leonardo Cuccurullo ha intonato tutte le strofe del canto “13 maggio” con tanto di sventolio di fogli e fazzoletti facendo riprendere a ripetizione il canto, una volta giunta in chiesa, che per la parte musicale ha visto impegnato il prof. Luigi Ceci.

Questa settimana si sta rivelando una bellissima esperienza, davvero bella, molto partecipata dai fedeli che provengono anche da fuori Diocesi e provincia.

Si ricorda, tra le attività svolte, che lunedì 15 luglio, giornata per le famiglie e i bambini, è stato proiettato un cartone animato che raccontava la storia di Fatima. Nello stesso giorno, come in parte accennato, vi è stata la visita del Ministro Trenta di passaggio nella città di Maddaloni che ha approfittato (accompagnata dell'On. Antonio del Monaco) per fermarsi in preghiera davanti la Madonna (in forma anonima per quanto possibile, perché il suo arrivo è stato notato da molti vista scorta imponente).

Ancora bellissima l’esperienza di martedì, giornata dedicata ai giovani, allorquando i giovani del GAM hanno accompagnato tutta la giornata di preghiera fino a sera. C'è stata la gradita sorpresa verso le12.30 del Pastore Diocesano mons. D’Alise, venuto per pregare davanti la statua della Madonna, ed ancora in serata c'è stata la catechesi di padre Battaglia,molto apprezzata per la sua profondità e richiami a fonte talvolta riproposte come citazione agli astanti.

Mercoledì, nel corso della giornata dedicata al malato, sia l'AVO che l’Unitalsi hanno condiviso con tutta la comunità momenti di preghiera soprattutto in mattinata (dove si è avuta la visita inaspettata di gruppi di bambini accompagnati dai responsabili del Campo estivo hanno vissuto ma bella esperienza, consacrando la giornata a Maria .e ricevendo una benedizione “speciale”; nel pomeriggio sia durante il momento di preghiera (animato dalle suore) che durante la Celebrazione Eucaristica c'è stata una presenza massiccia di fedeli che hanno potuto ricevere anche il sacramento dell'unzione degli infermi e della riconciliazione (si sottolinea che un sacerdote GAM, don Gaetano, ha confessato tutto il pomeriggio); bellissima la serata di preghiera con tanta gente accorsa.

Vi è stata poi la bella esperienza della giornata di giovedì conclusasi con la cennata processione eucaristica e canti mariani a conclusione, con tanto di vice sindaco e altre autorità per le strade della città.

Quest’oggi, giornata del Perdono, vi è sta la caratterizzazione delle confessioni individuali e visite libere alla Madonna pellegrina. Con tanto di Via Lucis con riflessioni preparate da Religiosi e laici.

A questo punto, ci si appresta, domani sabato 20 e domenica 21 luglio 2019 a vivere gli ultimi due giorni di festa mariana maddalonese. In particolare domani, giornata dedicata alle associazioni, movimenti ecclesiali e gruppi di preghiera, alle ore 8,30 ci sarà la celebrazione Eucaristica con al termine accensione della lampada e preghiera per l’Italia; a seguire alle 10.30 l’incontro di preghiera con associazioni e movimenti. Alle 17,30 l’Adorazione Eucaristica animata dal Rinnovamento nello Spirito, a seguire Santo Rosario, recita del Vespro e Santa Messa. Al termine seguirà la processione con fiaccolata (aux flambeaux) con la Madonna pellegrina per le strade principali del paese. Le famiglie che abitano lungo il percorso addobberanno ed illumineranno le strade , finestre e balconi per il passaggio della bianca signora di Fatima. Alle ore 23 ci sarà il saluto a MARIA e spegnimento della lampada.

Domenica 21 luglio poi sarà la giornata del comiato e del ringraziamento con Santa Messa alle 8 con al termine accensione della lampada e preghiera per l’Italia. Alle ore 10.30 ci sarà la concelebrazione Eucaristica di ringraziamento e consacrazione al Cuore Immacolato di Maria della Diocesi.

Per maggiori info e per condivisioni di articoli, testimonianze, foto e video si rimanda al gruppo social https://www.facebook.com/groups/2364219693903570/ da qui è stato preso il contributo fotografico oltre quello pubblicato dall'UNAC di Maddaloni a cura di Antonio e Michele Pagliaro.