Contenuto Principale
Caserta, ad Arterrima "Anima Maris": mostra fotografica di Francesco Caiazza PDF Stampa E-mail
Martedì 21 Ottobre 2014 22:34

CASERTA - Anima Maris è un progetto fotografico di Francesco Caiazza che parte dalla passione autentica per il mare ed è formato da una serie di 9 ritratti in cui lʼelemento umano e quello marino sono indissolubilmente legati.

Anima Maris e' l'incontro di un uomo con il suo alterego marino, e' la scoperta di una anima comune, energia viva e pulsante che agisce anche tra le pieghe dell'oscurità. In queste immagini, a lungo immaginate, disegnate nella mente e poi realizzate da Francesco, e' disegnata in modo forte l'attenzione dedicata ad una luce che, come in un dipinto di Caravaggio, cancella lo sfondo e mostra tutti i soggetti circondati solo dall'oscurità, per raccontarli nell'attimo in cui magicamente appaiono dal buio lasciandosi alle spalle una realtà della quale noi non conosciamo nulla.


E' il buio, dunque, che domina questo racconto e ne acuisce volontariamente la sua drammaticità.
Come una improvvisa notte calata sul mondo la scena diventa un crocevia; il luogo delle paure verso i nostri dolori e delle angosce verso quel perenne senso di instabilità che ci portiamo dietro da sempre.
Le nostre anime si incontrano, in questa doppia oscurità della notte e del mare e sembrano darsi conforto solo nella scelta di abbracciarsi e di stringersi a se. Così come accade in una fiaba, anche in queste immagini il messaggio appare evidente: solo una catarsi purificatoria ci può portare verso la agognata armonia con il mondo e con noi stessi.

Il messaggio è semplice e diretto: apparteniamo tutti ad un unico ambiente. Proteggiamolo. La serie Anima Maris a cura di Federica Cerami, docente presso la facoltà di architettura di Napoli di fotografia di architettura, sarà esposta nella galleria Arterrima (corso Trieste 167) di Caserta. Lo spazio espositivo diretto da Antonio Ricciardi sarà inaugurato sabato 25 ottobre alle ore 19. Lʼallestimento prevede la realizzazione di uno spazio che evoca le oscure bellezze dei fondali marini. Un percorso di suggestioni visive, uditive e gustative.
Il 50% degli utili ricavati dalla vendita delle fotografie della mostra sarà devoluto allʼassociazione Legambiente Campania che si occupa della tutela del mare campano e verrà destinata, nello specifico alla campagna “Goletta Verde 2015” relativamente alle tappe della Campania. Per la realizzazione del progetto, si è deciso di avviare una produzione dal basso, proponendo a chiunque sia interessato di diventare co-produttore della mostra in un cambio di ricompensa. Ciascuna ricompensa è costituita da una foto della serie che potrà essere scelta in varie dimensioni e montaggio e che oltre ad essere un prodotto artistico costituirà la testimonianza della partecipazione attiva al progetto solidale.
Sostenere questo progetto permetterà di rendere itinerante questa mostra e raccogliere ulteriori contributi da donare alla campagna Goletta Verde a cura di Legambiente Campania.