Contenuto Principale
Maddaloni, Fra Andrea della Croce torna in città per salutare e ringraziare la comunità PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Venerdì 01 Dicembre 2023 22:19

MADDALONI (Caserta) - Sabato 2 e domenica 3 dicembre Fra Andrea della Croce (Palmentura) Ocd torna a Maddaloni presso la comunità dei Frati Carmelitani Scalzi presso la chiesa della SS. Annunziata per il congedo ufficiale della comunità maddalonese. Fra Andrea dopo due anni lascia Maddaloni e ci tiene tantissimo a poter tornare e salutare la comunità dei religiosi e dei fedeli nonché gli amici e i collaboratori della Biblioteca della SS. Annunziata con cui in questo biennio ha stretto una forte e durevole amicizia. Fra Andrea, dopo l’esperienza maddalonese e destinato ad andare a Bari. Lo stesso religioso ha detto: “Alla gente di Maddaloni devo tanto, e già so che per me sarà toccante ritornarci per salutare. Ma lo farò con gratitudine, perché ho ricevuto tanto amore, e così con qualche manciata di parole brevi ma sentite e con qualche abbraccio largo e sincero, spero di restituire in parte l'affetto che mi è stato trasmesso”.

Andrea Palmentura nasce a Bari il 27 marzo 1994 orfano di padre da piccolo, con l’esperienza della comunità religiosa ha avuto la possibilità di avere guide paterne nei tanti padri della Provincia carmelitana.

La sua vocazione è nata frequentato la comunità parrocchiale e ritrovando nelle guide sacerdotali dei modelli di vita a cui tendere e prendere come esempio. La presenza di Cristo nelle figure sacerdotali e il “segno” della croce apposto sulla fronte da bambino, in braccio alla madre, dal vescovo giunto in visita alla sua parrocchia, sono segni che lui stesso definisce profetici quale alimento della sua crescita vocazionale.

Il tempo passa, la formazione personale continua ma al desiderio ardente vocazionale non ci si può distaccare e quindi a 21 anni comprende che la sua strada è quella religiosa sacerdotale. In quel periodo già era studente al quarto anno della Facoltà Teologica Pugliese “Santa Fara” di Bari. E da studente del quarto anno sceglie di entrare in convento a Bari dove fa due anni di postulandato e nel mentre completa gli studi teologici. Dopo questa esperienza, laureato, ha fatto l’anno di noviziato a Maddaloni dal 2017 al 2018. La vestizione del postulante Andrea Palmentura avviene giovedì 14 settembre 2017, nella casa “ss. Annunziata” di Maddaloni durante la preghiera dell’ora media, con due postulanti che con lui cominciano il loro anno di noviziato. I tre novizi sono: Fra Michele della Vergine del Magnificat (Michele Piperis), Fra Andrea della Croce (Andrea Palmentura), Fra Giuseppe dell’Eucaristia (Giuseppe Ginefra). La vestizione avviene davanti al Padre Provinciale P. Luigi Borriello. Presente la comunità maddalonese tra cui Padre Andrea L’Afflitto e Padre Leonardo Cuccurullo.

A seguire, dopo Maddaloni la sua destinazione è stata Roma presso l’istituto “Teresianum” dove fa la specializzazione in Teologia Spirituale per altri tre anni di studio, presso il Collegio Internazionale dei Carmelitani Scalzi dove risiedeva. È entusiasta del periodo romano per la grazia di aver conosciuto tante persone e aver avuto un respiro internazionale di quella che è la vocazione, la pastorale, la spiritualità carmelitana nel mondo.

A seguire, dal novembre 2021 all’ottobre 2023 torna a Maddaloni. Nel mentre inizia il dottorato a Roma in Teologia dogmatica presso Pontificia Università della Santa Croce, dove continua a studiare. A Maddaloni ha stretto ancora di più il rapporto con la gente del posto e i fedeli abituali del Convento e chiesa della SS. Annunziata.

In relazione a questa esperienza aggiungere ancora: “Si è formata un'intesa incredibile tra me e il popolo dei fedeli. Quasi un tutt'uno. È stato bellissimo. Mi sono sentito gestato, cullato e partorito, pronto per una nuova fase di vita che vivrò a Bari, sempre avendo Roma come riferimento per i miei studi (di dottorato).

Ma il legame con Maddaloni è particolare perché io la conosco da quando sono piccolo, in quanto venivo i fine anno con la mia famiglia nella comunità dei padri che conoscevamo e festeggiavamo con loro.

Quindi per me stare in quel convento e in quella cittadina significa rivedere il passato da bambino che torna.

E non avrei immaginato che quel bambino che correva da piccolo per i corridoi del convento, un giorno ci avrebbe camminato da frate. Insomma, che storia!”.

Il rapporto con Maddaloni è evidente quando Fra Andrea mi confida “nell'esperienza di Maddaloni dal 2021 al 2023 ho maturato con una attenta e ponderata riflessione la decisione appunto di consacrarmi al Signore. Quindi questo luogo ha rappresentato anche uno spartiacque per il mio futuro, ma questa decisione l'ho presa dopo un sostanzioso periodo di discernimento attento”.

Fra Andrea il 4 novembre 2023 ha offerto al Signore i suoi voti nella parrocchia di Santa Maria del Monte Carmelo con la partecipazione di ospiti amici della comunità Maddaloni. La Consacrazione Solenne che corrisponde alla consacrazione definitiva è frutto della sua vita arricchita dall’esperienza della religiosità internazionale di Roma e da quella della genuinità e semplicità dei fedeli di Maddaloni. La consacrazione del 4 novembre come atto di consegna a Dio è anche come atto di gratitudine per l’affetto e l’amore fraterno vissuto con la comunità maddalonese. Fra Andrea sente il desiderio, consacrandosi, di restituire sé stesso alla gente, ai fedeli, a quanti con la ricchezza della loro semplicità sono essi stessi grazia di Dio e di cui lui ha beneficiato nella Gloria di Dio.

A questo punto non resta che partecipare a questi momenti che sabato 2 e domenica 3 dicembre Fra Andrea della Croce Ocd vivrà a Maddaloni presso il complesso conventuale della SS. Annunziata.