Contenuto Principale
Caserta, il Taekwondo Caserta riscuote successi a San Giorgio a Cremano e a Bari in pochi giorni PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Domenica 04 Novembre 2018 17:11

CASERTA – L’anno agonistico 2018/2019 anche per il Taekwondo Caserta è iniziato con lusinghieri successi. Negli ultimi giorni infatti il team guidato dal Maestro Nicola Fusco si è distinto sia al Campionato interregionale Campania combattimento tenutosi a San Giorgio a Cremano (Napoli) lo scorso 21 ottobre 2018 ed ancora ai Campionati Italiani delle cinture nere tenutosi a Bari dal 26 al 28 ottobre 2018.

Andando in ordine la prima gara dell’anno e i primi successi per la squadra del Taekwondo Caserta si registrano nel napoletano. Infatti, al Palaveliero di San Giorgio a Cremano si sono disputati i campionati interregionali di combattimento per le categorie “Cadetti A”, Junior e Senior da cintura verde a cintura rossa, a cui hanno partecipato 11 atleti in rappresentanza del team casertano guidato da Nicola Fusco.

I ragazzi del Maestro Fusco si sono ben distinti portando a casa 4 medaglie d’oro, 3 d’argento e 2 di bronzo. Solo 2 gli atleti casertani, quindi non saliti sul podio nonostante i quasi 200 partecipanti.

Il primo a gareggiare e a portare il massimo risultato per i colori casertani è il piccolo Francesco Carangio di 12 anni, -41kg cadetti A cinture rosse. Partito un po’ contratto nel 1° incontro, riesce a vincerlo contro un bravo avversario e poi si scatena in semifinale, aggiudicandosi il match con relativa facilità. La finale è tesa e punto a punto, ma a pochi secondi dalla fine tira fuori il colpo della vittoria e si aggiudica un oro meritatissimo.

Meritatissimo anche l’oro di Giuseppe Castellucci nella -51kg junior cinture rosse. Ritrova in finale l’ormai conosciutissimo atleta di Salerno per i tantissimi incontri disputati insieme e lo batte per KO tecnico a inizio 3° round mostrando una rapidità e una grinta impressionanti.

La terza medaglia d’oro è di Giada Palmiero, nervosissima e sul punto di mollare prima dell’incontro, si scatena sul quadrato non concedendo neanche un punto alla malcapitata avversaria che si arrendeva alla 2^ ripresa.

Oro anche per Chiara Giudo nella categoria junior femminili +68kg, conquistato per mancanza di avversarie.

Le medaglie d’argento venivano da uno straordinario Matteo Mormile nella -49kg cadetti A cinture verdi e blu che a tratti dava spettacolo con i suoi calci volanti, riuscendo a vincere ben 3 incontri. Non riusciva però ad avere la meglio in finale nonostante l’ottima prestazione e qualche spettacolare calcio in rotazione andato a segno.

Argento per Marta Bove nella -59kg junior femminili cinture rosse: per lei uno sforzo inutile la dieta per rientrare nella -55kg, perché, non avendo avversarie, si vede accorpare nella categoria superiore. Ma Marta non si perde d’animo e affronta la semifinale con grande piglio concedendo due soli punti all’avversaria che invece ne subisce ben 18. In finale purtroppo un malore a inizio 2° round sul punteggio di 0-2, quando tutto era ancora in bilico, non le permette di terminare l’incontro e cercare di vincere il suo 3° torneo consecutivo.

Ultimo argento per Leila Boscaino, senior femminili -62kg cinture verdi e blu, anche lei come Marta Bove non ha avversarie nella sua categoria -57kg e quindi va nella successiva. Sale troppo nervosa sul quadrato, si fa mettere sotto da una brava atleta, ma quando si accorge di poter rimontare è troppo tardi: si ferma a soli 3 punti di distacco.

Infine le medaglie di bronzo vanno ad Andrea Albanese che nei cadetti A -49kg cinture rosse disputa purtroppo una semifinale non all’altezza, non riuscendo mai a trovare il bandolo della matassa e l’altra ad un ritrovato Alessandro Guida, dopo due anni di inattività, di nuovo sui campi di gara, che incontra nella -73kg junior cinture rosse un bravissimo atleta, già nazionale e vincitore del titolo italiano due anni fa, ma gli tiene testa con grande caparbietà e coraggio. Purtroppo la mancanza di gare si fa sentire e il punteggio è di 18-29 e bronzo per lui.

Da menzionare anche il bell’incontro di Massimo Boiano ai quarti della -45kg cadetti A cinture rosse. Il casertano si trova sempre in vantaggio per tutto l’incontro, ma una distrazione a meno di un secondo dalla fine consente all’avversario – che poi conquisterà l’argento – di mettere i punti necessari per pareggiare e vincere.

Nulla da fare invece per Francesco Natale che perde al primo incontro contro un avversario già battuto in una finale lo scorso febbraio. Tutto sommato una buona prestazione per gli atleti casertani che nel frattempo si stanno impegnando in fasi di preparazione, tour de force, abbastanza impegnativi in vista degli appuntamenti delle prossime settimane, a cominciare dai Campionati Italiani assoluti di Bari.

Per i contributi fotografici si rimanda a http://www.taekwondocaserta.it/2018-campionato-interregionale-campania-combattimento/ .

IMG-20181020-WA0021

IMG 4681

Proprio a Bari vi è stato il secondo appuntamento degno di cronaca del team casertano guidato dal Maestro Nicola Fusco, dal 26 al 28 ottobre 2018.

L’evento di Bari ha visto la presenza degli atleti più forti d’Italia per disputare il titolo di campione nazionale.

Da Caserta sono partiti in tre per confrontarsi con i migliori atleti del paese e cercare di conquistare una medaglia.

La prima a gareggiare era Roberta Desiderio nella -73kg femminili: ai quarti di finale incontrava una forte atleta campana, altissima e già campionessa di Kick Boxing. Ci voleva un po’ per neutralizzarla, poiché per i primi due round il vantaggio dell’atleta casertana era esiguo. Ma al 3° round due calci al viso consecutivi abbattevano la resistenza dell’avversaria e la Desiderio faceva suo il match. Un’altra atleta campana l’attendeva in semifinale, ma stavolta la storia non si ripeteva: la nostra sembrava affaticata e non riusciva a trovare spazi per entrare nella guardia dell’avversaria, che invece andava a segno più volte. L’incontro si chiudeva con la sconfitta e la medaglia di bronzo per lei confermando il 3° posto dello scorso anno.

Nella categoria -74kg maschili Pasquale Di Micco affrontava al 1° incontro un atleta laziale, già incontrato e sconfitto di misura lo scorso aprile. Stavolta partiva come un razzo già dal primo round intenzionato a far capire che la vittoria precedente non era stata una caso e soprattutto di voler essere un protagonista di questo campionato. A fine primo round il punteggio era già di 18-2. Poco altro restava da fare se non attendere la fine del 2° round che decretava la vittoria per KO tecnico sul punteggio di 33-8. Il secondo incontro lo vedeva di fronte ad un atleta veneto che subiva quasi lo stesso trattamento: sebbene molto più combattivo e presente, nulla poteva contro le partenze improvvise dell’atleta casertano che nel secondo round raggiungeva anche il vantaggio di 20 punti utili per chiudere in anticipo l’incontro per KO tecnico. Qualche piccola distrazione e la voglia di non arrendersi dell’avversario tenevano in vita l’incontro che si chiudeva alla fine dei tempi regolamentari con 17 punti di scarto sotto lo sguardo attento degli osservatori della nazionale increduli di come questo piccoletto di 1 metro e 70 riuscisse ad affrontare e demolire colossi più alti di 10 cm. Si andava così, con pochissimo tempo per recuperare alle semifinali contro un forte e titolato atleta siciliano. Nonostante la stanchezza Di Micco sembrava in palla e si portava sull’8-1 in poco tempo. Poi durante uno scontro e una conseguente perdita di equilibrio, l’avversario riusciva ad avvicinarsi e infine a pareggiare. Il primo round si chiudeva in parità: 8-8. Nel secondo round però la maggiore freschezza dell’avversario si faceva sentire e il match si indirizzava sul vantaggio dell’atleta siciliano. Il punteggio finale era di 13-20 con entrambi gli atleti stremati per la fatica e con un’altra bella medaglia di bronzo nazionale per Pasquale Di Micco che confermava anche lui il terzo posto del 2017.

Nulla da fare purtroppo per Luigi Parla nella -68kg maschili: incontrava subito l’attuale campione italiano universitario e anche a causa della sua prolungata assenza dalle competizioni – l’ultima risale a dicembre scorso – non riusciva a dimostrare le sue ottime capacità, arrendendosi al forte atleta toscano. Tutto sommato un’ottima prestazione per gli atleti del Taekwondo Caserta che con un pizzico di fortuna avrebbero potuto portare a casa sicuramente qualcosa in più. Tra due settimane spazio ai campionati italiani cinture rosse dove i sei atleti in gara cercheranno di migliorare l’ottima prestazione fatta dai loro compagni più grandi.

Per i contributi fotografici si rimanda a http://www.taekwondocaserta.it/2018-campionati-italiani-cinture-nere/ .

1540828193307blob bis

1540828215310blob     bis

1540828239122blob   bis

1540828265523blob    bis

Per le altre attività del Team del Maestro Nicola Fusco, per i corredi fotografici delle gare, e per gli appuntamenti degli allenamenti collegarsi al sito http://www.taekwondocaserta.it, sul medesimo portale è possibile trovare luoghi, orari e contatti dove si riunisce o è possibile unirsi al Team del Maestro Nicola Fusco http://www.taekwondocaserta.it/dove-siamo/ . Per informazioni si suggerisce anche la pagina social https://www.facebook.com/taekwondocaserta/.

LogoTwdCaserta