Contenuto Principale
Caserta, il Taekwondo Caserta sale sul podio del primo trofeo internazionale Daedo il 12 e 13 PDF Stampa E-mail
Scritto da Michele Schioppa   
Mercoledì 16 Maggio 2018 15:26

CASERTA – Dopo gli impegni sia organizzativi che di gara del secondo “Trofeo Baby Fighters” il Taekwondo Caserta del Maestro Nicola Fusco ha rinnovato il prestigio della partecipazione del suo team a un altro evento internazionale di grande rilevanza. Infatti, gli atleti casertani del Taekwondo Caserta hanno preso parte al primo trofeo internazionale Daedo che si è svolto a Brindisi il 12 e 13 maggio scorsi e a cui hanno partecipato 55 squadre provenienti da tutta Italia.

Il Taekwondo Caserta si è presentato con 4 atleti di cui 3 cadetti (12-14 anni) che hanno gareggiato il sabato e un senior (over 18 anni) la domenica. Per i cadetti le cose non iniziavano benissimo per i colori casertani, in quanto Andrea Albanese e Massimo Boiano incontravano due avversari molto ostici e non riuscivano ad averne la meglio. Tutto a gonfie vele per Alida Costa: la promessa del Taekwondo casertano che vince il primo incontro per 23-3 in soli 2 round e passa in semifinale dove l’aspetta una fortissima atleta romana già incontrata due volte con esiti opposti. Dopo il primo round di studio la Costa mette la quarta e inizia a bombardare di calci la povera avversaria che non riusciva mai a capire da dove arrivassero. 20-8 il risultato che le dà l’accesso alla finale dove incontra l’atleta di casa, più alta di 15 cm, all’ultimo anno di cadetti, e con tanta esperienza nazionale e internazionale. Anche con lei si era già incontrata pochi mesi fa in un’altra finale ed era finita con una sconfitta di 4 punti. Stavolta le cose vanno diversamente: Alida è imprevedibile, schiva e colpisce, si sposta e parte senza mai dare punti di riferimento. La vittoria è per lei di un solo punto, 8-7, che la consacra tra le atlete più forti d’Italia.

La domenica è il turno di Pasquale Di Micco che veniva da una striscia di 5 vittorie consecutive in altrettanti tornei. Stavolta gli avversari erano anche loro tra i più forti d’Italia e due di loro già da qualche anno nel giro della nazionale. Al primo incontro ritrova l’avversario della finale dello scorso campionato battuto per pochi punti. La storia si ripete, ma lo scarto stavolta è più importante: 20-4 e si va in semifinale. Ad aspettarlo il forte atleta pugliese della nazionale e sua bestia nera. Di Micco inizia benissimo: si porta subito in vantaggio e con una difesa accorta chiude il primo e il secondo round rispettivamente sopra di 2 e 5 punti. Poi, causa decisioni contestate all’arbitro, perde la lucidità giusta e esce fuori l’avversario che in 20 secondi riesce a portarsi in vantaggio passando da -5 a +5. I pochi secondi che restavano alla fine del match non gli consentivano di recuperare e l’incontro si chiudeva sull’11-16 e con la medaglia di bronzo per Caserta.

Un oro e un bronzo in un torneo così prestigioso sono sicuramente un risultato positivo, che dà fiducia per il futuro e motivazioni nell’allenamento di tutti i giorni” ribadisce il Maestro Nicola Fusco, orgoglioso di quanto i suoi atleti hanno saputo fare in terra pugliese.

Per il contributo fotografico dell’evento si rimanda alla pagina specifica del portale dell’associazione sportiva http://www.taekwondocaserta.it/2018-1-trofeo-internazionale-daedo/ .

Per le altre attività del Team del Maestro Nicola Fusco, per i corredi fotografici delle gare, e per gli appuntamenti degli allenamenti collegarsi al sito http://www.taekwondocaserta.it, sul medesimo portale è possibile trovare luoghi, orari e contatti dove si riunisce o è possibile unirsi al Team del Maestro Nicola Fusco http://www.taekwondocaserta.it/dove-siamo/ . Per informazioni si suggerisce anche la pagina social https://www.facebook.com/taekwondocaserta/.